5. Un gioco con persone in carne e ossa

Iwata:

Poco prima di raggiungere la linea di traguardo per questo progetto, (Kiyoshi) Mizuki-san16 si è consultato con Eguchi-san e ha detto: “Creeremo una rete dell’empatia”. Ed è stato così che Miiverse – appena menzionato – è entrato in gioco.16. Kiyoshi Mizuki: uno dei producer di Miiverse; lavora nel reparto Network Business. Oltre ad aver partecipato alla sessione di “Iwata Chiede” insieme ai producer di Miiverse per Wii U, è comparso nelle interviste dedicate a Walk with me! per Nintendo DS e ai Software preinstallati per Nintendo 3DS.

Iwata Asks
Yamashita:

Ma prima dell’idea di Miiverse avevamo parlato del fatto che, poiché il gioco si basava su un parco dei divertimenti, volevamo inserire una piazza in cui, come in una fiera, potessero riunirsi persone di tutto il mondo.

Eguchi:

Anch’io volevo creare un luogo d’incontro del genere: pensavo fosse bello veder riunite tante persone. Volevo mostrare i personaggi Mii dei giocatori mentre camminavano per la piazza e si mettevano in fila. Passeggiando per la piazza , si ha proprio la sensazione di essere arrivati a un parco a tema per divertirsi.

Yamashita:

Ma all’epoca Miiverse non esisteva, dunque ci siamo chiesti come realizzare un progetto del genere.

Eguchi:

Esatto. All’inizio abbiamo pensato di prendere i personaggi Mii del Canale Concorsi Mii17 dal server e farli apparire nella piazza.17. Canale Concorsi Mii: canale Wii in cui gli utenti possono pubblicare i loro personaggi Mii o importare personaggi Mii di altri utenti. Il canale consente inoltre di iscrivere i personaggi Mii a concorsi basati su temi e sfide di diverso genere o giudicare le creazioni degli altri utenti.

Yamashita:

Già. Ma non sarebbero sembrati “vivi”, quindi non era una soluzione adeguata.

Iwata:

Così il Miiverse fu una vera e propria manna dal cielo?

Eguchi:

Sì. Mi sembrava la scelta più giusta. Anche se probabilmente ho fatto a Yamashita-san alcune richieste davvero irragionevoli.

Iwata:

Credo però che ne sia valsa la pena. Nintendo Land sembra popolato da persone in carne e ossa.

Sakaguchi:

Mi piace l’atmosfera che si crea quando puoi vedere commenti provenienti dall’altra parte del mondo o scritti in lingue che non conosci.

Iwata:

Sembra di essere in un vero parco dei divertimenti!

Sakaguchi:

Esatto. Rispetto ai personaggi Mii già configurati, quelli creati dagli utenti sono molto più “vivi”. Il Miiverse ha dato nuova vitalità alla piazza.

Eguchi:

La piazza ha anche un altro scopo. Si è portati a pensare che Nintendo Land sia un gioco per molte persone, ma può anche capitare che un giocatore lo provi da solo. Miiverse serve, dunque, ad avere la possibilità di incontrare sempre qualcuno e di non sentirsi mai soli.

Iwata:

E questo ti invoglia a giocare ancora. Si può giocare in orari diversi e non è necessario farlo insieme, ma credo che sapere che ci sono persone con la tua stessa esperienza e che possono entrare in empatia con te abbia un grande valore.

Shimamura:

Sì, è molto bello poter parlare attraverso Miiverse.

Yamashita:

In tutta onestà, io mi chiedevo cosa avrebbe scritto la gente su Miiverse. Ma in realtà anche di fronte a commenti abbastanza banali, del tipo “Ho completato questo e questo”, ci si sente comunque entusiasti.

Iwata:

Un entusiasmo che deriva, in larga misura, dalla condivisione di un’esperienza comune.

Yamashita:

Esatto. Mi piacerebbe che le persone fossero rilassate, quando scrivono. Credo che anche una piccola gioia possa ampliarsi e crescere, dunque non vedo l’ora che venga attivato il servizio.

Iwata:

Capisco. Ora, partendo da Shimamura-san, vorrei concludere chiedendo a ognuno di voi di dire qualcosa sia a chi giocherà da solo sia a chi lo farà in compagnia.

Shimamura:

OK. Io vorrei che le persone che di solito giocano da sole non lo scartassero a priori, ma che lo provassero e vivessero le esperienze di Nintendo Land e Miiverse.

Iwata Asks
Iwata:

Nel gruppo delle Attrazioni singole ce ne sono alcune che risultano particolarmente impegnative anche per i più talentuosi del nostro staff.

Shimamura:

È vero. Abbiamo alzato parecchio l’asticella, e persino il team di debugging ha detto che le Attrazioni singole sono le più difficili. Mi auguro che i giocatori facciano del loro meglio per superarle!

A chi gioca in compagnia voglio dire che, anche per i gruppi di persone con livelli di abilità diversi, abbiamo cercato di creare un gameplay multiplayer assolutamente godibile. Quindi chiamate a raccolta quanta più gente possibile!

Iwata:

Molto bene. Yamashita-san?

Yamashita:

So che il fascino del gioco risiede principalmente sul gameplay multiplayer nelle Attrazioni a squadre, ma vorrei sottolineare che ci sono tantissimi elementi interessanti anche per giocatori singoli. E il punto di vista del giocatore-personaggio si trasforma a seconda che si giochi con il Wii U GamePad o il telecomando Wii. Per Caccia Metroid, ad esempio, è possibile giocare sia come Samus che sulla navetta, dunque è doppiamente divertente.

Spero che le persone che giocano con altri lo facciano in gruppo. Ci sarà da divertirsi, soprattutto per i commenti che verranno fuori!

Iwata Asks
Iwata:

È un gioco che promuove il dialogo.

Yamashita:

Esatto. E in alcuni casi ci si avvicina molto agli altri durante il gioco, dunque consiglio di provare soprattutto le Attrazioni competitive. Chi riesce a completare Il pericolante percorso di Donkey Kong diventerà un giocatore particolarmente popolare! (ride)

Iwata:

Bene. Sakaguchi-san?

Sakaguchi:

Spero che chi gioca insieme agli altri apprezzi la possibilità di ricoprire vari ruoli. A me piace anche solo guardare un gioco, ma credo sia interessante partecipare in vesti diverse, dunque mi auguro che la gente si riunisca e ne parli.

A chi gioca da solo vorrei dire che ogni gioco ha uno spirito altamente competitivo, dunque non è da prendere sotto gamba... (ride) Ci sono tantissimi contenuti coinvolgenti, che spero proprio verranno apprezzati.

Iwata Asks
Iwata:

OK. Eguchi-san?

Eguchi:

Abbiamo parlato della possibilità di giocare con tante persone, ma ogni nucleo familiare è diverso. Credo che la gente si riunisca in tanti modi e in varie occasioni, ma qui abbiamo un gioco che può essere utilizzato veramente da tutti. Mi auguro quindi che le persone si rilassino e si divertano un sacco.

In ogni attrazione abbiamo inserito tantissimi elementi divertenti anche per chi gioca da solo; tanto i giocatori esperti quanto quelli alle prime armi troveranno qualcosa di loro gradimento.

Con Miiverse è impossibile sentirsi soli, dunque spero che i giocatori passeggino per Piazza Nintendo Land, esplorino il mondo di gioco anche attraverso i commenti dei personaggi Mii e condividano i loro sentimenti dopo aver giocato, in modo da avvicinarsi proattivamente al gioco.

Iwata Asks
Iwata:

Bene. Il team interno della Divisione Entertainment Analysis & Development di Nintendo ha dedicato molto tempo alla realizzazione di un titolo completo per Wii U. A prima vista può sembrare un gioco facile, ma mi preme sottolineare che invece è dotato di una grande profondità.

Sono convinto che i giocatori se ne renderanno conto non appena lo proveranno, dunque non vedo l’ora di conoscere le loro reazioni. Ottimo lavoro, tutti quanti! E grazie!

Iwata Asks
Tutti:

Grazie a lei!