1. Fare musica

Iwata:

Parlando di Super Mario Galaxy 2 mi sono venute in mente delle domande sulla colonna sonora ed è per questo che vi ho fatto riunire qui oggi.

Yokota:

Grazie mille! Avevo sentito dire che non c'erano piani al riguardo, per questo mi sentivo un po' trascurato... (ride)

Iwata:

Ha ragione, non era previsto nulla all'inizio. Ma a me interessava e forse la mia proposta ha fatto scattare tutto (ride).

Yokota:

Ne sono lieto.

Iwata:

Il "sonoro di Mario" è ampiamente noto in tutto il mondo e ha una lunga tradizione nel campo della musica dei videogiochi. Ogni volta che viene presentata una nuova proposta è essenziale garantire una continuità della tradizione. Credo che questo ponga una notevole pressione. In più stavolta, come nel gioco precedente, c'era la registrazione dell'orchestra. Vorrei parlare proprio di questo, oltre che di tante altre cose. Vi ringrazio sin da ora.

Tutti:

Grazie a lei.

Iwata:

Bene allora, vorrei che vi presentaste tutti e che ci diceste un po' cosa avete fatto. Cominciamo con Kondo-san.

Kondo:

Sono Kondo, della divisione Entertainment Analysis & Development. Questa volta, come nel precedente Mario Galaxy1, Yokota-san ha assunto il ruolo di sound director mentre io mi sono occupato di varie melodie. 1 Mario Galaxy è Super Mario Galaxy, un gioco platform uscito in tutto il mondo per la console Wii nel novembre 2007.

Iwata Asks
Iwata:

Quindi Yokota-san si è occupato del sonoro nel suo insieme, mentre lei stava a osservarlo, anche se ha fatto un po' di lavoro anche lei. È andata più o meno così?

Kondo:

Esatto. Ho anche fatto da supervisore; dovevo ascoltare tutte le melodie definitive per decidere se la musica era "compatibile" o meno con un gioco di Mario.

Iwata:

Bene, Yokota-san, tocca a lei.

Yokota:

Sono Yokota del reparto sviluppo software della EAD di Tokyo. Sono stato il sound director per il lavoro precedente, Mario Galaxy, e ho assunto la stessa funzione per questo gioco. Per questo sequel abbiamo scritto tanta nuova musica, quindi... spero che tutti la ascoltino a lungo.

Iwata Asks
Iwata:

Intende dire che, anche se è un sequel, non avete semplicemente riciclato la musica del gioco precedente.

Yokota:

Esatto. Anzi, Miyamoto-san ci ha detto che stavamo lavorando troppo sodo. Ha detto: "Se siete lasciati a voi stessi, sono certo che ripartirete da zero, ma dovete ricordarvi che ci sono i giocatori del titolo precedente a cui è piaciuta molto la musica e che sperano di sentirla anche in questo gioco."

Iwata:

Quindi vi ha detto di non buttare via proprio tutto.

Yokota:

Beh, veramente ha detto: "Ma cosa pensate di fare? Volete farlo tutto nuovo?!"

Iwata:

Ovviamente è importante proteggere la tradizione e poi vogliamo accontentare quei giocatori che hanno apprezzato il gioco precedente. Ma in seguito ci si ritrova combattuti tra questa necessità di rispettare la tradizione e il fatto che non è divertente fare un gioco proprio come il precedente. E allora che si fa?

Yokota:

Esatto. È noioso fare le stesse cose, quindi abbiamo inserito

Video: tanti arrangiamenti diversi delle melodie del primo lavoro

Parlando di Super Mario Galaxy 2 mi sono venute in mente delle domande sulla colonna sonora ed è per questo che vi ho fatto riunire qui oggi.
tanti arrangiamenti diversi delle melodie del primo lavoro e delle melodie della serie Mario . Così, i fan del titolo precedente possono ancora apprezzarlo ma allo stesso tempo abbiamo composto tante melodie tutte nuove . Siamo riusciti a fare una colonna sonora davvero consistente, direi.

Iwata:

Capisco. OK, Nagamatsu-san.

Nagamatsu:

Sono Nagamatsu, della divisione Entertainment Analysis & Development. Ho lavorato anch'io al progetto Mario Galaxy 2.

Iwata Asks
Iwata:

Da quanti anni è nell'azienda?

Nagamatsu:

Quattro anni. Prima di Mario Galaxy 2 ho lavorato al sonoro di New Super Mario Bros. Wii2. 2 New Super Mario Bros. Wii: un gioco d'azione uscito in Europa nel novembre 2009 per Wii.

Iwata:

Quindi un gioco di Mario dopo l'altro.

Nagamatsu:

È vero.

Iwata:

Bene. Per cominciare, potete dirci come avete iniziato a lavorare su Mario Galaxy 2, dal punto di vista della composizione.

Yokota:

Forse è già stato accennato nel precedente "Iwata Chiede", ma questo progetto è iniziato con l'idea di usare le caratteristiche del precedente Mario Galaxy e di fare una versione "1.5", così all'inizio non eravamo affatto sicuri di cambiare la musica.

Iwata:

Intende dire che avreste usato le caratteristiche del gioco precedente così com'erano, conservandone anche la musica?

Yokota:

Esatto. Ma poi i designer si sono messi a lavorare alacremente, producendo un sacco di nuove immagini.

Iwata:

Quindi tutti hanno lavorato sodo, cercando di fare sempre di più.

Yokota:

Esatto. Tutti pensavamo a "lavorare di più e a fare di più", così questo nuovo mondo ha cominciato a materializzarsi. La cosa più importante da ricordare era che lo sfondo era un cielo blu , cosa che ci ha influenzati molto nella realizzazione delle melodie.

Iwata:

Sì, Miyamoto-san era piuttosto commosso. Ha detto "Sì, quando si pensa a Mario, si pensa al cielo blu".

Yokota:

Oh, davvero? (ride)

Iwata:

Ha detto "Va bene che Mario voli nel cosmo, ma se è tutto qui, allora non è abbastanza Mario". Quando l'ho sentito parlare così, non sono riuscito a trattenermi e ho sottolineato: "Ma è stato lei ad ambientare il gioco nello spazio, o sbaglio?" (ride)

Iwata Asks
Yokota:

(ride) Poi abbiamo deciso di inserire anche Yoshi e abbiamo iniziato a pensare a della musica nuova e vivace, adeguata a questa visione del mondo, con un cielo blu a farvi da sfondo.

Iwata:

Quindi pensando alle melodie vi siete ispirati al design.

Yokota:

Esatto. Poi, mentre elaboravamo le melodie adatte al cielo blu e a Yoshi, ho iniziato a capire, a sentire nel profondo, cosa fosse così importante nella musica di Mario.

Iwata:

Intende dire che quando ha scritto la musica del gioco precedente non sapeva cosa fosse importante della musica di Mario?

Yokota:

Ero nervosissimo quando ho lavorato all'ultimo gioco.

Iwata:

Nel gioco precedente era la prima volta in cui lei si occupava della musica di Mario, no? Capisco perché fosse "nervosissimo", ma alla fine aveva tutto sotto controllo, mi pare, o sbaglio? Anche osservando dall'esterno avevo capito che Kondo aveva fiducia in lei.

Yokota:

All'epoca, però, mi stavo ancora orientando. Invece, in questo secondo gioco, ho capito: "Ecco com'è la musica di Mario". Per cominciare, quelli che giocano a Mario dicono tutti, "È divertente anche solo ascoltare la musica".

Iwata:

Capisco.

Yokota:

Quindi ho iniziato a pensare che il tipo di musica che la gente vuole da un gioco di Mario è quella che trasmette allegria mentre si gioca, quella che ti mette comunque di buon umore, quella che riesce a farti sorridere.

Iwata:

Cosa ne pensa, Kondo-san?

Kondo:

Sono d'accordo. Scrivendo la musica per Mario il mio desiderio era fare ciascuna melodia più allegra dell’altra. Ma d'altro canto ho sempre tenuto a mente che si trattava di Mario Galaxy. Credo che sia importante mantenere un equilibrio.

Yokota:

Il cielo blu appariva nello sfondo della grafica principale del gioco e abbiamo scritto tanta musica divertente per questo soggetto. Ma la risposta ricevuta era diversa.

Iwata:

Intende dire la risposta del team?

Yokota:

Sì, prima la risposta del team. Poi quelli del Mario Club3 e di Nintendo of America ci hanno fornito una reazione davvero concreta. Per prima cosa, con i giochi di una serie è difficile superare il lavoro precedente. 3 Mario Club, Inc. esegue il testing sul software Nintendo durante lo sviluppo.

Iwata:

Ovviamente c'è la pressione imposta dal gioco precedente.

Yokota:

Esatto. Nel gioco precedente abbiamo assunto l'approccio di mettere in prima linea "una visione cosmica del mondo", ma nel sequel compare Yoshi e quindi abbiamo provato a scrivere della musica sul tema "il divertimento di avventurarsi attorno al cosmo". E poi abbiamo ricevuto tanti commenti buffi, mai ricevuti per il gioco precedente, del tipo "Sono ritornato in quella galassia perché volevo ascoltare di nuovo quella melodia".

Iwata Asks
Iwata:

Quindi ha scritto le melodie con l'idea che le melodie di Mario dovessero divertire ascoltandole e la reazione ricevuta è stata buona.

Yokota:

Proprio così. Abbiamo un video della sessione di registrazione orchestrale, mi piacerebbe davvero che lo guardasse.

Iwata:

Ha mostrato la registrazione dell'orchestra anche per il gioco precedente. A dire il vero, uno dei motivi per cui ho deciso di fare questa intervista Iwata Chiede è proprio per vedere il video (ride).

Yokota:

(ride) Senz'altro, guardi pure!


Video: Guarda la sessione di registrazione dell'orchestra

Parlando di Super Mario Galaxy 2 mi sono venute in mente delle domande sulla colonna sonora ed è per questo che vi ho fatto riunire qui oggi.
Guarda la sessione di registrazione dell'orchestra